Medilates per Parkinson

Con il medilates ci proponiamo di preservare e potenziare il funzionamento globale della persona con malattia di Parkinson e di favorire una migliore convivenza con la malattia.
Sul piano motorio, gli obiettivi sono:

  • Aumentare il controllo ela concentrazione
  • Aumentare la consapevolezzadel corpo
  • Tonificare tutto il corpo
  • Armonizzare i movimenti
  • Rendere la respirazione più efficace
  • Sviluppare l'equilibrio
  • Migliorare la coordinazione
  • Facilitare il funzionamento degliorgani interni
  • Migliorare la postura


Attraverso l'affiancamento all'esercizio fisico della rielaborazione individuale tramite la fase di rilassamento e della condivisione con il gruppo di quella che è stata l'esperienza, ci proponiamo di:

  • Acquisire una maggiore consapevolezza di quelli che sono i cambiamenti intervenuti a livello fisico ed emotivo in seguito all'esordio della malattia, per poter utilizzare al meglio il proprio corpo
  • Sviluppare sentimenti di efficacia personale attraverso la possibilità di esprimere, contenere e, quando possibile, comprendere il proprio vissuto emotivo e corporeo e il proprio modo di relazionarsi alle altre persone
  • Imparare ad auto-osservarsi e a leggere le proprie emozioni per gestire meglio alcuni sintomi del Parkinson (ridurre la componente emotiva di alcuni sintomi)

  
Lo svolgimento delle attività in un piccolo gruppo favorisce il confronto e la condivisione dell’esperienza fisica e psichica in una condizione di malattia.

Il corso:

Gli incontri, della durata di due ore ciascuno, si svolgeranno a cadenza settimanale in piccoli gruppi (5 persone).
Per la costituzione di gruppi omogenei, ogni persona interessata verrà preliminarmente sottoposta ad un colloquio conoscitivo e ad una breve valutazione.

Ogni incontro tratterà un tema specifico, ad esempio l'equilibrio, la coordinazione, la velocità del movimento, la fluidità del movimento, il dolore, il controllo del movimento, la postura, la respirazione,  la mimica facciale , e altri temi che nasceranno dalla partecipazione del gruppo.

Per valutare eventuali cambiamenti, si ripeterà la valutazione iniziale a distanza di tre mesi.